CLICCA QUI PER SCARICARE LA BROCHURE

Chi è?

Il Tecnico dell’abbigliamento interviene con autonomia contribuendo al presidio del processo di produzione di capi di abbigliamento attraverso la partecipazione all’individuazione delle risorse, l’organizzazione operativa, l’implementazione di procedure di miglioramento continuo, il monitoraggio e la valutazione del risultato, con assunzione di responsabilità relative alla sorveglianza di attività esecutive svolte da altri. La formazione tecnica nell’utilizzo di metodologie, strumenti e informazioni specializzate gli consente di svolgere attività nell’ambito della progettazione del capo sulla base delle specifiche dell’ufficio stile, della programmazione operativa delle fasi e del ciclo produttivo, della realizzazione di modelli per collezioni moda, con competenze di disegno tecnico-moda, di modellistica, di controllo qualità del prodotto/processo, di rendicontazione tecnico-economica delle attività svolte.

Cosa si studia?

Oltre alle attività di laboratorio interne ed esterne (stage), utili all’acquisizione di abilità, si prevede che questa figura tecnica raggiunga l’acquisizione di competenze anche attraverso lo studio e la conoscenza di materie quali:

  • lingua italiana
  • gest. organizz. lavoro
  • modellismo
  • matematica
  • design
  • sicurezza ambiente
  • storia
  • storia dell’arte
  • fisica (scienze)
  • tecnologie sartoriali

Il corso è rivolto a coloro che, desiderosi di acquisire le competenze relative alla figura di Tecnico dell’abbigliamento, hanno assolto il diritto-dovere d’istruzione e formazione e che sono già in possesso almeno della qualifica triennale di II livello europeo come Operatore dell’abbigliamento – Sartoria.

A fine corso il Tecnico dell’abbigliamento avrà acquisito le seguenti competenze:

RAPPORTO CON I CLIENTI

  • Rilevare i bisogni del cliente/committente coniugandoli con le opportunità tecniche e tecnologiche disponibili

PROGETTAZIONE DEL CAPO

  • Rappresentare graficamente il modello in tutti i suoi componenti, interpretando gli schizzi proposti dallo stilista e secondo le specifiche dell’ufficio stile

GESTIONE ORGANIZZATIVA DEL LAVORO

  • Sorvegliare le fasi di lavoro, coordinando l’attività di ruoli operativi
  • Identificare situazioni di rischio potenziale per la sicurezza, la salute e l’ambiente, promuovendo l’assunzione di comportamenti corretti e consapevoli di prevenzione

GESTIONE DOCUMENTARIA DELLE ATTIVITÀ

  • Predisporre documenti relativi alle attività ed ai materiali

GESTIONE DELL’APPROVVIGIONAMENTO

  • Identificare le esigenze di acquisto di attrezzature e materiali, curando il processo di approvvigionamento

CONTROLLO DEL PRODOTTO

  • Valutare la rispondenza del prodotto agli standard qualitativi previsti dalle specifiche di progettazione